Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Gunsch Alois

Produttore Bio

„Ridurre lo sperpero grazie al biologico“

La mia storia

Il maso della famiglia Gunsch si trova nel centro del paesino di Tarres situato su un cono detritico sopra Laces. Nei frutteti nelle immediate vicinanze si gode di una vista stupenda sul paesaggio impressionante della Val Venosta. Il maso gestito da Alois e suo figlio Florian è di proprietà della famiglia Gunsch da più di 100 anni. Entrambi sono agricoltori per passione con formazione agricola. Padre e figlio formano un buon team: Mentre Alois preferisce i lavori a mano, a Florian piace usare le macchine agricole. „Per me falciare l’erba sotto gli alberi è un lavoro calmante“, racconta Alois. A Florian piace soprattutto la creazione di un nuovo meleto – dalla costruzione del sostegno per una maggiore stabilità degli alberi al piantare degli alberi perché “amo creare qualcosa di nuovo e durevole“. Durante i periodi molto impegnativi come lo sfoltimento delle mele in eccesso o la raccolta Alois e Florian hanno bisogno dell’aiuto di tutta la famiglia e di lavoratori stagionali. Oltre alla produzione di diverse varietà di mele che si caratterizzano per la loro colorazione perfetta grazie alla posizione dei meleti in zona collinare Alois e Florian coltivano anche diversi tipi di verdure. Il fatto che la produzione biologica per loro sia la strada giusta era una conseguenza logica: Già prima della conversione alla produzione biologica Alois e Florian hanno praticato un’agricoltura sostenibile, rinunciato a trattamenti superflui e ridotto l’uso di concime al minimo. Per Alois e Florian biologico vuol dire produrre un prodotto prezioso e sano che viene stimato dal cliente e quindi crea un legame tra consumatore e produttore. Inoltre per loro il biologico è un modo per ridurre lo sperpero di alimenti.
 

Il mio maso

Il mio raccolto
 
Cavolfiore
Una fragrante bontà
Il candido cavolfiore dall’aroma delicato rappresenta il 95% della produzione orticola venostana. Dal punto di vista botanico questo ortaggio rappresenta una particolarità: la testa infatti è solo l’infiorescenza della pianta.
Disponibile
inizio Giugno - fine Ottobre
Aspetto: 
le sue infiorescenze carnose formano una testa bianca avvolta in brattee verdi
Valori interiori: 
ricco di vitamina C e sostanze minerali, croccante
Sapore: 
discreto e delicatamente aromatico
Radicchio
L’amaretto croccante
Chi l’ha detto che il radicchio è amarissimo? Certo non è il massimo della dolcezza, però è veramente buono e oltretutto la sua sostanza amara lactucopicrin fa bene alle arterie e alla digestione.
Disponibile
inizio Giugno - fine Settembre
Aspetto: 
color rosso-vino scuro con nervature bianche, forma ovale, foglie esterne allungate o rotonde, cuore compatto
Valori interiori: 
consistenza solida e compatta
Sapore: 
leggermente amarognolo, con una nota speziata
Cavolo rosso
Il mago dei colori
Questa varietà di cavolo ha una doppia anima: da crudo ha un colore blu-viola, cotto invece assume un bel colorito rosso.
Disponibile
inizio Luglio - fine Settembre
Aspetto: 
foglie di colore blu-viola
Valori interiori: 
consistenza e struttura cellulare compatta
Sapore: 
dolciastro, dolce
Cavolo cappuccio
Il preferito dai marinai
Il cavolo cappuccio è forse l’ortaggio più giramondo... del mondo. Già nel 1700 infatti, grazie al suo alto contenuto vitaminico, i marinai riempivano le stive di crauti per combattere lo scorbuto.
Disponibile
inizio Luglio - fine Settembre
Aspetto: 
colorazione uniforme dal bianco al verdognolo, leggermente brillante
Valori interiori: 
foglie esterne compatte
Sapore: 
gusto tipico del cavolo
Patate
Tutta l’energia della terra
Chiamarli tuberi è riduttivo. Le patate non sono solo molto nutrienti, ma ne esistono di tutti i tipi: dalle farinose a quelle che non scuociono, in Val Venosta trovate sicuramente la patata giusta per la vostra ricetta preferita.
Disponibile
inizio Agosto - fine Ottobre
Aspetto: 
forma ovale o tondeggiante, buccia marrone
Valori interiori: 
polpa gialla
Sapore: 
dolce, leggermente terroso
Red Delicious
Succosa e dolce, dall’aroma inconfondibile.
Gala
Succosa, dall’aroma dolce e poco aspro.
Golden Delicious
Succosa, dolce, aromatica e delicatamente aspra.
 
 

Condividi

I veri amici condividono tutto.