Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Pohl Christian

Produttore BIO – Pohlhof

“Fare del bene alla natura fa bene al cuore.”

La mia storia

Il maso di Christian Pohl si trova a Tarres, che sorge su un cono detritico del Monte Tramontana. Il maso Pohlhof, che in passato era un allevamento di animali e fornitore di albicocche, oggi è solo una coltivazione di mele biologiche. Christian lavora con la moglie Annelies e con il figlio e successore Tobias.

Sui campi del maso dei Pohl maturano le mele Golden Delicious, Pinova, Red Delicious e Gala, alle quali in futuro si aggiungeranno altre varietà rosse. Christian è stato il primo agricoltore di Tarres a convertire la produzione al biologico, già nel 1997. Avendo frequentato la Scuola professionale per la frutti-, viti-, orti- e floricoltura Laimburg in Alto Adige, all'agricoltore le sostanze sintetiche non sono mai piaciute, mentre non ha mai disdegnato la presenza delle erbacce.

“Dobbiamo trattare bene i nostri terreni per riguardo nei confronti delle generazioni future!”. I suoi frutteti sono particolari: Christian crea sculture in materiali naturali e reperti: una sorta di antenna provvede “a una migliore ricezione del bene dall'alto” e sul suo albero ancestrale ha collocato una corona.

Ci sono mele che possiamo definire “raggi di luna piena”, che traggono un'energia extra dal fatto di essere raccolte solo con la luna piena e mele “figlie della musica”, che crescono nella bambagia: cullate dalla musica di Bach e Mozart.
 

Il mio maso

 
 

Condividi

I veri amici condividono tutto.
Graiss Wolfgang
„Il biologico è il mio paradiso in terra.“
La mia storia
Gurschler Gerd
„Credo in un mondo migliore, per le future generazioni.“
La mia storia
Wielander Horst
„Gli alberi possono raccontarci molte cose del futuro.“
La mia storia