Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Numeri incredibili
– e chi c’è dietro?

I nostri contadini ovviamente! 

Contiamo 1.700 famiglie contadine, le quali formano il cuore della VIP. Loro hanno una passione rovente per il loro lavoro, provano sempre nuove cose, battono record e sono un’unità nonostante le loro diversità. In questo articolo vogliamo stupirvi con numeri sorprendenti riguardo i membri della VIP. Ma vogliamo anche mostrarvi ciò che succede dietro le quinte nella vita dei contadini. Chi sono le persone che fanno prosperare le vostre mele? Scopritelo!

16% donne, 100% forza

Fanno 116% di pura forza al femminile! La coltivazione di frutta e verdura nella Val Venosta non è solo cosa da uomini. Anche le nostre 269 “VIPs” femminili si danno da fare. Fanno sì che potete godervi le delizie fresche della Val Venosta per tutto l’anno. Care donne, vi ringraziamo!
 
 
 
 

Innamorati della Golden

Ah sì, la Golden Delicious. Non solo il nome suona affascinante, ma è anche da sempre la varietà preferita dei nostri contadini. La regina della Val Venosta viene coltivata dall’82% - una vera gioia per tutti i gourmet delle mele! Non conoscete ancora la gustosissima Golden? Allora finite di leggere con calma e infine date un’occhiata al suo profilo.
 
 
 
 

1.156.326 mele raccolte a mano

Per contadino. Per anno. Niente male, vero? Nell’anno 2019 ogni contadino della Val Venosta in media ha raccolto più di un milione di mele. Ovviamente non da solo, ma sempre a mano.
Piccola nota sul bordo: con la raccolta dell’anno scorso di tutti contadini della Val Venosta si avrebbero potuto riempire 280 piscine olimpiche. In totale erano 351.460.000 chili di mele. Tanto di cappello!
 
 
 
 
 

Brunhilde Schöpf

Inizialmente per Brunhilde Schöpf non è stato facile affermarsi in mezzo agli uomini. Ormai ci è riuscita perfettamente ed è un membro apprezzato della VIP.
Brunhilde Schöpf

Thomas Spechtenhauser

è uno dei molti fan della Golden. Tuttavia non coltiva solo quella, ma anche altre varietà come Jonagold, Gala e la dolce Ambrosia.
Thomas Spechtenhauser

Gerd Stecher

Per Gerd Stecher il lavoro nei frutteti e come fare vacanza. Tuttavia è sempre impegnato. Soprattutto quando si tratta di raccogliere le migliaia di mele.
Gerd Stecher

Produzione integrata o bio – senza eccezioni!

Noi della Val Venosta abbiamo un debole per la Natura. Siamo grati per il suolo fertile sotto i nostri piedi e lo proteggiamo bene. L’85% dei nostri contadini applica la produzione integrata, il residuo 15% si tiene alla coltivazione bio. L’obiettivo resta sempre quello: una coltivazione che armonizza con la natura il meglio possibile.
 
 
 
 

A 55 anni…

…si inizia davvero! Questo vale perlomeno per i nostri contadini, i quali in media hanno già vissuto mezzo secolo. Questo significa: molti di loro si occupano già da decenni dei loro frutteti, allo stesso tempo non c’è mancanza di nuove leve piene di energia.
 
 
 
 

Tutto mela, o cosa?

La Val Venosta è conosciuta come paradiso delle mele. Con la sua altitudine e il microclima speciale non favorisce solo i meli ma anche altri tipi di frutta e verdura. Per questo il 22% dei membri VIP non coltiva esclusivamente mele e porta una grande varietà nei campi della Val Venosta.
 
 
 
 
 

Manfred Ladurner

è un esperto su tutto ciò che riguarda i super-animaletti. Lui sa che gli insetti utili sono i migliori a tenere “i cattivi” alla larga dal frutteto e che perciò è necessario collaborare con la natura.
Manfred Ladurner

Stephan Kostner

Coltivazione di frutta come progetto per generazioni: Stephan Kostner ha ereditato il maso da suo nonno, “il postino” e oggi lo gestisce con i suoi genitori pensionati.
Stephan Kostner

Reinhard Staffler

non coltiva mele ma fragole su una notevole altitudine di 1000 metri. Per il suo coraggio e le sue abilità nel 2017 ha ottenuto il Premio per l’Agricoltura di Montagna dalla Federazione Raffeisen.
Reinhard Staffler

Altri articoli

Potrebbe anche interessarti

 

Condividi

I veri amici condividono tutto.