Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Gamper Heidi

Agricoltrice bio

"Fai il primo passo e la natura verrà da te".

La mia storia

Io e mio figlio Manuel, nei nostri meleti a Laces, siamo una squadra molto affiatata. Coltiviamo mele come attività secondaria. Nel 2018 abbiamo convertito la produzione delle nostre Royal Gala e Pinova al biologico. Le conoscenze apprese da Manuel, nel corso degli studi presso la Scuola professionale per la frutti-, viti-, orti- e floricoltura di Laimburg, si sono rivelate molto utili per noi. All'inizio è stato lui a farmi conoscere i diversi insetti e le loro abitudini. Era in grado di riconoscerli, distinguerli l'uno dall'altro e dare loro un nome. Quali fossero gli insetti utili alla nostra agricoltura mi è apparso via via più chiaro. Mi sono aperta alle sorprese quotidiane che riserva il meleto e sono diventata soprattutto più paziente. All'inizio, per esempio, vedevo solo pidocchi, anche in numero elevato, e avevo l’impulso di intervenire subito contro questo parassita degli alberi da frutto. Oggi ho la pazienza e il dono attento dell'osservazione, so aspettare i primi sirfidi. In questo modo riesco a tenere a bada il pidocchio e sotto controllo il mio nervosismo.

È molto più ragionevole e, a lungo termine, molto più facile lasciare che la natura faccia il suo corso e che a pensare ai potenziali parassiti siano direttamente i loro nemici naturali, piuttosto che ricorrere a misure affrettate. Preferiamo concentrarci sulla creazione di interessanti rifugi per gli insetti utili, costruendo cumuli di rocce, alberghi per insetti e osservando con piacere il loro arrivo.

Non tutte le azioni intraprese però portano a un successo immediato. Per esempio, volevo dedicare una lussuosa casetta-nido, acquistata a caro prezzo, alla bellissima upupa, ma purtroppo non si è mai trasferita. Sono rimasta molto sorpresa quando un bel giorno, all'improvviso, l'ho sentita cantare nel meleto. Purtroppo, non dalla mia accogliente casetta-nido, ma da chissà quale altro rifugio. Che snob! In ogni caso, ero felicissima perché ero una delle poche fortunate a potere ammirare regolarmente questo rarissimo e magnifico esemplare. Anche se, a dire il vero, il suo verso particolarmente acuto a lungo andare può stancare. Ma forse intonando la sua gioiosa “canzone”, vuole solo ringraziarmi per avere messo a sua diposizione un rifugio lussuoso, e dall’alto del timpano del tetto rimanere a sorvegliare l'abbondanza di deliziosi insetti.

Per me questo è il biologico: essere attenti, trattare la natura con rispetto e ammirazione e lasciare un ambiente intatto e sano per le generazioni future.
 

Il mio maso

Il mio raccolto
 
Mela Royal Gala
L’eleganza della precocità
Ricca di sapore, la Gala si presenta ogni estate nella sua elegante buccia rosso-gialla e inaugura la raccolta delle mele. Alle alte quote della Val Venosta prospera particolarmente bene - lo si riconosce dal rinfrescante aroma dolce.
Disponibile
Settembre - Marzo
 
Aspetto: 
buccia liscia, forma rotonda leggermente conica, colore giallo chiaro con striature rosso vivo
Valori interiori: 
croccante e succosa, polpa compatta
Sapore: 
rinfrescante, dolce e poco aspra
Pinova
La tipica bellezza venostana
Con la sua buccia color rosso cinabro su sfondo giallo, la Pinova è una tipica mela venostana. Equilibrata nell’aspetto e nel sapore, è amatissima anche per la lunga conservabilità che permette di gustarla al meglio anche nei mesi estivi.
Disponibile
Gennaio - Luglio
 
Aspetto: 
sfondo da giallo a verde, almeno il 30% della superficie sfoggia un color rosso cinabro fiammante
Valori interiori: 
rinfrescante, polpa molto croccante, succosa e soda
Sapore: 
perfetto equilibrio tra aspro e dolce
 
 

Condividi

I veri amici condividono tutto.