Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Paris Harald

Produttore Bio - Mairinghof

„Verdura biologica come terza fonte di reddito“

La mia storia

Il nostro maso Mairinghof su un’altitudine di 1.450 si trova su un altopiano a Montetramontana di fuori, una frazione di Silandro, al cuore del Parco Nazionale dello Stelvio ed è raggiungibile su una strada di montagna asfaltata. Le nostre fonti di reddito sono l’agriturismo con due accoglienti appartamenti, l’allevamento di mucche da latte, il cui letame è un eccellente fertilizzante organico, e l’agricoltura biologica.

Portiamo il nostro cavolfiore, cavolo cappuccio e porro di produzione biologica alla cooperativa, mentre vendiamo patate, carote, barbabietola, sedano, cipolle e cavolo rosso direttamente al maso. Soprattutto le patate si conservano a lungo e sono quindi ideali per la vendita diretta. I nostri ospiti possono naturalmente assaggiare ed acquistare i nostri prodotti. Soprattutto i crauti di produzione propria sono favolosi e piacciono a tutti.

Grazie a questa bellissima combinazione di turismo, produzione di latte e coltivazione di verdure biologiche le giornate e stagioni variano parecchio da noi. Soprattutto all’inizio dell’estate, quando portiamo in malga le vacche giovani, è meno stressante. Insieme a mia moglie Roswitha godo il lavoro al maso. Si tratta di un lavoro variegato, spesso anche duro, ma sempre soddisfacente. Siamo contenti di poter ospitare ospiti e dare un’impressione del nostro lavoro nella natura. La loro gioia ci dà molta energia.
 

Il mio maso

Il mio raccolto
 
Cavolfiore
Una fragrante bontà
Il candido cavolfiore dall’aroma delicato rappresenta il 95% della produzione orticola venostana. Dal punto di vista botanico questo ortaggio rappresenta una particolarità: la testa infatti è solo l’infiorescenza della pianta.
Disponibile
inizio Giugno - fine Ottobre
Aspetto: 
le sue infiorescenze carnose formano una testa bianca avvolta in brattee verdi
Valori interiori: 
ricco di vitamina C e sostanze minerali, croccante
Sapore: 
discreto e delicatamente aromatico
Cavolo cappuccio
Il preferito dai marinai
Il cavolo cappuccio è forse l’ortaggio più giramondo... del mondo. Già nel 1700 infatti, grazie al suo alto contenuto vitaminico, i marinai riempivano le stive di crauti per combattere lo scorbuto.
Disponibile
inizio Luglio - fine Settembre
Aspetto: 
colorazione uniforme dal bianco al verdognolo, leggermente brillante
Valori interiori: 
foglie esterne compatte
Sapore: 
gusto tipico del cavolo
 
 

Condividi

I veri amici condividono tutto.