Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Ma è veramente bio? Logico!

Produzione di mele biologiche: in Val Venosta è la natura a dettare legge

Le mele della Val Venosta sono il frutto della grande esperienza e dell’amore incondizionato dei nostri contadini. Non importa se praticano la coltivazione integrata o la coltivazione di mele biologiche: al centro delle loro attenzioni e del loro impegno ci sono sempre il frutto preferito dagli altoatesini e il nostro ambiente.


Pensate che con tecniche di coltivazione naturali non sia possibile produrre ottime mele? Sbagliato: la dimostrazione arriva dai contadini venostani che hanno abbracciato la coltivazione delle mele biologiche, mettendo al primo posto la tutela della natura e dell’ambiente. Non solo rispettano appieno le direttive UE, ma anche quelle dei consorzi Bioland o Demeter.


Il risultato? Mele biologiche altoatesine, profumate e gustose, frutto della grande passione dei nostri contadini per la produzione delle mele biologiche. Logico, no?

 
Passo dopo passo
Ogni fase della produzione è sottoposta al controllo di organismi accreditati.
Ai primi posti in Europa
La Val Venosta è uno dei più grandi produttori a livello europeo.
Un microclima ideale
Il microclima della Val Venosta è ideale per coltivare mele biologiche.

Un grande amore per la biodiversità

I nostri contadini bio sanno perfettamente quanto sia importante la biodiversità delle loro coltivazioni ai fini dell’ecosistema. Per preservarla utilizzano solamente concimi organici e antiparassitari naturali. La produzione delle mele biologiche permette quindi anche di mantenere inalterato l’equilibrio ecologico.
 
 
 
 

Non basta dire bio: bisogna esserlo

Affinché una mela si possa definire “bio”, il contadino deve rispettare una serie di normative relative, tra le altre cose, alla sicurezza alimentare e alla tutela dell’ambiente. Solo così può ottenere la certificazione bio, non prima tuttavia che la sua coltivazione delle mele biologiche sia stata sottoposta a severi controlli da parte di organismi autorizzati.
 
 
 
 

Bioland: missione “Un futuro migliore per tutti”

I soci dell’associazione Bioland operano in maniera biologica nel rispetto di 7 determinati principi. Il loro impegno in Germania e Alto Adige mira a promuovere e proteggere la fertilità del terreno, la biodiversità e il clima.