Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Ciambella di farro e avena
con mele Topaz e mirtilli

Il dolce con buco, che fa sempre centro!

Inzuppata nel caffè latte a colazione, accompagnata da un tè a metà pomeriggio, insieme a una tisana nel dopo cena… la Ciambella è il classico dolce che non può mai mancare sulle nostre tavole. E il bello è che personalizzabile per ogni gusto e stagione. Vi proponiamo una ricetta senza butto con farina di farro e avena, e con tutto il gusto di mele e mirtilli di alta montagna.
90 min.
  •  
  •  
  •  
facile
 

Ingredienti

3 uova medie
170 g farina di farro
80 g farina di avena
200 g zucchero
100 ml olio di semi di girasole
60 ml latte di mandorla, senza zucchero (o latte di avena)
350 g mele Topaz
100 g mirtilli
10 g lievito per dolci
1 limone bio, la scorza
1 pizzico di sale
10 di zucchero a velo per servire
 
Stampa la ricetta

Preparazione

Preriscaldate il forno a 180°C. Sbattete le uova con lo zucchero con una frusta elettrica, fino a ottenere un composto gonfio e spumoso, per almeno 15 minuti. Unite il latte vegetale e l’olio continuando a montare. Aggiungete anche la scorza del limone.
Setacciate le due farine e unitevi un pizzico di sale e il lievito per dolci. Incorporate, poco per volta, con movimenti lenti, le farine nel composto di uova, aggiungendo un cucchiaio per volta. Mescolate per ottenere un composto liscio e omogeneo.
Unite ora le mele precedentemente sbucciate e tagliate a cubetti. Unite anche i mirtilli, mescolate per pochi secondi per amalgamare gli ingredienti.
Versate il composto in uno stampo per bundt cake oliato e infarinato e infornate per circa 55-60 minuti, fate la prova dello stecchino prima di estrarre la torta dallo stampo, dovrà uscire pulito da centro della torta. Lasciate raffreddare 20 minuti prima di estrarre la torta dallo stampo. Servitela cosparsa con poco zucchero a velo.
 

Ricetta di Antonella Pagliaroli

FOTOGRAMMI DI ZUCCHERO
Quando penso a un luogo in cui far fluire i pensieri e l’immaginazione mi viene in mente una cucina, perché è proprio mentre si impastano biscotti, mentre si sbucciano le mele per una crostata, mente si aspetta davanti al forno che la torta lieviti e divenga dorata, che una ragazza con la testa fra le nuvole come me può liberamente sognare.

Appassionata di cucina e fotografia, di musica e di cinema, sono divenuta foodblogger e foodphotographer a tempo pieno, collaboro per portali e riviste di cucina. Nata e cresciuta a Frosinone, dopo aver vissuto molti anni a Roma, mi sono trasferita a Bracciano, a pochi chilometri dalla capitale, un paese pieno di scorci naturalistici meravigliosi.
 
 

Condividi

I veri amici condividono tutto.